Sony Xperia E la recensione di mAndroidWorld

recensioneXperiaE

Il menù di oggi propone un’unica portata ricca di contorni gustosi ad un prezzo davvero interessante, stiamo parlando di Xperia E lo smartphone di Sony presentato ai primi di Dicembre e uscito sul mercato nel mese di Marzo 2013.

Lo smartphone si inserisce nella fascia dei dispositivi entry level, dove il produttore giapponese riesce a dare sempre quel qualcosa in più rispetto la concorrenza ma a parità di prezzo.

categoria design

sony xperi E 001

Sony Xperia E ci ha stupito davvero molto dal punto di vista dell’eleganza, il suo design dalla forma squadrata che contraddistingue l’intera gamma Xperia, lo rende un device pulito ed allo stesso tempo accattivante, in grado di catturare l’attenzione di un pubblico giovane ma anche di persone più avanti con l’età. Il dispositivo grazie alle dimensioni ridotte di 113.5 x 61.8 x 11 mm e ad un form factor tendente al curvo ai lati della cover posteriore risulta piacevole al tatto e adatto per l’utilizzo con una sola mano anche grazie al peso di soli 116 grammi.

La parte posteriore è divisa da quella anteriore da un sottile inserto cromato che fa da cornice allo schermo e dona a questo Xperia E un tocco di raffinatezza, incrementato ulteriormente dal LED posizionato al di sotto del soft touch home che si illumina ad ogni accensione del display con un diverso colore a seconda del motivo dell’interfaccia scelto, nella galleria fotografica (cambiando colore in base alla fotografia visualizzata) e nel lettore musicale, a completare l’opera di luci troviamo il piccolo LED di notifica posto in alto vicino al logo SONY che non è personalizzabile tramite l’interfaccia Sony ma bisogna utilizzare qualche applicazione scaricabile dal Play Store per poter definire un diverso colore a seconda del tipo di notifica in entrata.

Il lato destro dello smartphone è dedicato ai pulsanti fisici: nella parte superiore troviamo infatti il bilanciere del volume e il pulsante di accensione, mentre in quello inferiore abbiamo il tasto dedicato allo scatto della fotocamera. Sull’altro lato è presente invece l’ingresso microUSB per la ricarica e lo scambio di dati. Il lato B del nostro Xperia E cade subito in contrasto con la parte frontale, grazie al suo colore satinato in contrapposizione al lucido della zona anteriore, qui troviamo un jack audio da 3.5mm, fotocamera e speaker per la riproduzione di contenuti audio. La cover posteriore gommata inoltre aiuta ad avere una presa molto salda sullo smartphone non rischiando così di farlo cadere, la cover posteriore presenta qualche scricchiolio, non preoccupante in quanto il cellulare sembra essere solido e ben assemblato

 

voti design 7

categoria hardware

Sony Xperia E è un device di fascia bassa del produttore giapponese, al suo interno quindi troviamo un processore single-core Qualcomm Snapdragon S1 MSM7227A grazie al quale, salvo qualche piccolo puntamento in condizioni di eccessivo stress del telefono, otteniamo una fluidità dell’intero sistema che su altri smartphone di questa fascia difficilmente è presente. La CPU è accompagnata dal processore grafico Adreno 200 e 512 MB di memoria integrati, i quali quest’ultimi permettono anche grazie a 1.8GB di memoria ROM destinati a file di sistema e applicazioni dell’utente a non dovervi preoccupare di stare attenti a quante applicazioni avete installato o aperte nello stesso momento, fatto che sicuramente non è un elemento da sottovalutare in questa fascia, ci troviamo spesso infatti davanti ad altri smartphone che mostrano dopo un paio di applicazioni scaricate dal Play Store il fatidico messaggio “memoria piena”; a completare la memoria di questo Xperia E ci sono altri 2.2GB dedicati all’utente per memorizzare foto, video, musica o altri file di proprio interesse e nel caso in cui non bastassero  è presente uno slot per microSD/SDHC che ci permette di installare schede di memoria fino a 32GB per ampliare la dotazione di memoria dello smartphone.

Sony Xperia E

Provando a vedere un pò le capacità tecniche di questo smartphone, abbiamo provato a fare un test dei benchmark con AnTuTu dove abbiamo ottenuto un risultato di 5536 punti piazzandosi quindi decisamente sopra altri dispositivi di questa fascia entry level.

Chiudono la dotazione hardware di questo smartphone anche un display da 3.5 pollici TFT con risoluzione 320×480 pixel (165 ppi), fotocamera da 3.2 megapixel e batteria da 1500 mAh che tratteremo in dettaglio nei vari capitoli dedicati di questa recensione.

Se volete maggiori dettagli sulla componentistica di questo Sony Xperia E, trovate una scheda tecnica dettagliata nella nostra sezione dedicata del blog

voti hardware 6

categoria display

 

Sony XperiaE 008

Il display da 3.5 pollici TFT presenta una risoluzione di 320 x 480 pixel con una densità di pixel per pollice pari a 165, dobbiamo ammettere che questo componente dello smartphone è forse quello che fa abbassare il livello fin qui descritto dello smartphone di casa Sony, naturalmente sfigura rispetto i nuovissimi schermi con risoluzione da 720p o 1080p. ma anche paragonato a device di pari fascia risulta essere uno schermo nella media senza grandi doti di spicco, troviamo infatti bilanciamento del bianco, gestione dei neri mediocri e a volte si fa difficoltà a leggere alcuni caratteri troppo piccoli a causa della poca definizione del display.

Tra i punti negativi poi troviamo che aumentando l’angolo di visuale si finisce per non percepire correttamente gli elementi sullo schermo ed anche contrasto e visibilità alla luce del sole non sono di certo un punto di forza per questo display.

Sony XperiaE 007

voti display 4

categorie software

Sony ha messo in campo con questo Xperia E il meglio dell’interfaccia proprietaria Sony che ha da sempre fatto innamorare i propri utenti grazie alla facilità d’uso affiancata a quella Android stock ma con la possibilità di molteplici personalizzazioni del launcher, quest’ultimo è leggermente differente rispetto al fratello maggiore di Xperia Z, in quanto l’home è la classica che abbiamo anche nella linea di Sony Xperia del 2012, con qualche piccolo miglioramento grazie a Jelly Bean che troviamo installato di serie su questo terminale.

Il launcher presenta la possibilità di utilizzare cinque diverse schede di home, con l’aggiunta dei classici widget delle applicazioni installate arricchito ulteriormente anche da alcuni widget personalizzati da Sony stessa molto ben curati tra i quali troviamo: il meteo che si basa su Accuweather, la galleria scrollabile delle fotografie, timescape, la possibilità di visualizzare i contatti più utilizzati, il lettore musicale e molti altri; molto carina (e forse meno utile) anche la possibilità di andare a pescare tra i vari widget posizionati nelle 5 schede di home che vengono raggruppati in un’unica home grazie ad un rapido pinch to zoom.

Il menù delle applicazioni è disposto a griglia ed è possibile organizzarlo in modo personalizzato dall’utente  in ordine alfabetico, in base alle applicazioni più utilizzate o alla data di installazione; comoda la modalità di “disinstallazione rapida” direttamente con un clic sull’icona dell’applicazione che vogliamo rimuovere dal dispositivo inoltre con il tasto centrale home ci permetterà di ritornare in un batter d’occhio alla schermata home principale.

La schermata di sblocco è molto semplice e visualizza l’orologio digitale, inoltre con uno swype su quest’ultimo è possibile passare velocemente e comandare il lettore musicale, visualizzando artista e canzone in ascolto; nella parte inferiore invece troviamo il classico swype di sblocco e lo swype per l’accesso alla fotocamera con una divertente animazione se premiamo sui due pulsanti dedicati a sblocco o fotocamera. In caso di eventi sul vostro terminale sulla schermata di sblocco comparirà una comoda notifica che vi avviserà e vi mostrerà un’anteprima di chiamate senza risposta, nuovi sms, email, eventi di calendario e notifiche di Facebook, con la possibilità di accedere con uno rapido swype direttamente all’applicazione per la gestione della notifica visualizzata.

XperiaE Album

Andando a vedere invece più da vicino le applicazioni personalizzate da Sony in questo Xperia E troviamo l’Album fotografico di Sony, uno dei più semplici e ben fatti rispetto agli altri competitor, troviamo infatti la possibilità del pinch-to-zoom per modificare la dimensione delle fotografie e avere tutte le immagini scattate sotto occhio, troviamo poi la categoria mappa per vedere dove sono state scattate le foto nel mondo, album online per visualizzare le fotografie su servizi online di Facebook e Picasa.

Un’altro aspetto molto carino inserito da Sony nella sua interfaccia proprietaria è sicuramente la possibilità di integrazione con il noto social network Facebook, infatti potremmo avere ad esempio le foto profilo di facebook nella rubrica dei contatti, avremmo la possibilità di visualizzare musica e video condivisi dai propri amici sul social network ed inoltre grazie a Timescape potremmo sempre avere sotto controllo in una scheda della nostra home quello che succede sui più noti social network quali Facebook e Twitter grazie al simpatico widget scrollabile.

Un plauso a Sony va alla tastiera che ha migliorato molto rispetto alle prime versioni e ora permette l’utilizzo di 3 tipi di layout: Qwerty semplice, Qwerty con seconda funzione, alfanumerica; quest’ultima personalmente la trovo molto ben realizzata e permette di scrivere con il T9 utilizzando una sola mano. Ruotando lo smartphone in modalità landscape il metodo di inserimento sarà sempre Qwerty esteso, con il comodo metodo di Swype per scrivere in maniera più veloce, a patto che siete disposti a perderci un po’ di tempo per abituarvi.

Sony inoltre, unita anche alla versione Android Jelly Bean vi mette a disposizione una comoda utility direttamente nelle impostazioni del dispositivo per controllare la vostra soglia dei messaggi e si chiama “Contatore SMS” con il quale è possibile impostare un limite di sms inviati in un arco di tempo (settimana, mese) ed anche in questo caso avrete un bellissimo widget da posizionare nella home per non rischiare mai di sforare oltre le vostre soglie di contratto, questo contatore va ad aggiungersi al contatore dati in connessione internet inserito di default da Android 4.0 in poi.

Per concludere questa panoramica software vi proponiamo le applicazioni più interessanti pre-installate da Sony su questo dispositivo:

  • Sony Select ovver un’insieme di applicazioni, giochi e musica consigliate da Sony, con una selezione molto ben curata di applicazioni molto valide e per lo più gratuite, disponibili sul Play Store
  • File Commander un ottimo file manager gratuito che con un’interfaccia molto semplice e simpatica vi peremtterà di guardare all’interno della memoria del vostro dispositivo con molte opzioni di azione (copia, incolla, cancella, condividi, ecc..)
  • Note: il programma personalizzato per creare note e promemoria da tenere sempre a portata di mano nel vostro device
  • OfficeSuite7: la nota suite per la sola visualizzazione di file  office e PDF
  • TrackID l’alternativa a Shazam per identificare artista e titolo di una canzone
  • WALKMAN l’applicazione per riprodurre la musica sul proprio smartphone di Sony. Si possono creare playlist  personalizzate con una facilità mai vista in modo da dedicare ancora più tempo per ascoltare tua musica, invece di passare ore a cercare di scoprire come funzionano i diversi comandi. Grazie inoltre al ottimo comparto audio di questo smartphone e alla tecnologia di amplificazione del suono xLoud ascoltare la musica sarà un vero piacere

voti software 8

categorie cameramultimedia

Sony Xperia E è dotato di una fotocamera da 3.2 megapixel, la qualità delle immagini non è delle migliori, sullo schermo dello smartphone a causa della bassa risoluzione (165 ppi) le foto risultano leggermente pixellate, una volta messe sul computer la qualità migliora leggermente, ottenendo quindi un discreto risultato per poter immortalare le immagini dei momenti della vostra vita da conservare come ricordo (non pensate di farci un’ingrandimento però visto che già a grandezza normale risultano sgranate leggermente), manca anche un Flash LED che in alcune situazioni di buio o di utilizzo dello smartphone come torcia può sempre essere utile.

XperiaE fotocameraL’applicazione dedicata della fotocamera è molto minimalista con la possibilità di andare ad agire sulle impostazioni principali di scatto delle foto e dei video, troviamo quindi i seguenti pulsanti di scelta:

  • Tag geografico:  ci consente di attivare o disattivare direttamente al momento dello scatto un tag geografico che poi ci permetterà di visualizzare nell’album la posizione di dove è stata scattata la fotografia,
  • Timer automatico: ci consente di disattivare l’autoscatto o di selezionare tempi di scatto automatico di 2 o 10 secondi
  • Valore di esposizione: ci consente di selezionare valori di esposizione che variano da -2 a +2 per aumentare la sensibilità della fotocamera alla luce
  • Scene: ci consente di disattivare le scene, o di selezionare tra scena notturna o sport
  • Risoluzione: ci consente di selezionare la qualità della foto e l’aspetto ratio tra 3 mp a 4:3, 2 mp a 16:9 o VGA
  • Bilanciamento del bianco: ci permette di selezionare il tipo di luce tra nuvoloso, soleggiato, neon, luce incandescente o automatico
  • Metodo di acquisizione: ci permette di selezionare con quale gesto vogliamo acquisire l’immagine, se tramite tasto sul display, acquisizione a sfioramento o solo tasto fotocamera
  • Suono otturatore: ci permette di attivare o disattivare il suono associato allo scatto della fotocamera
  • Archivio dati: ci permette di selezionare se salvare i dati su archiviazione interna o scheda SD

La fotocamera di Sony Xperia E vi permette di registrare video con risoluzione VGA (640×480 pixel), il risultato non è decisamente dei migliori paragonato anche con i risultati ottenuti dagli smartphone di ultima generazione. Otteniamo infatti video non sempre fluidi e dalle dimensioni dell’immagine che se aumentate iniziano a dare fastidiosi problemi di sgranamento.

Per concludere il discorso riguardante il comparto video su Xperia E, non troverete una fotocamera frontale, decisione che condividiamo a pieno con Sony in quanto viste le dimensioni dello schermo e l’utilizzo che l’utente può fare di questo device ci sembra alquanto inutile implementare la dotazione hardware con una fotocamera frontale.

Qui di seguito potete trovare una galleria di scatti fatti con Sony Xperia E e un piccolo video di esempio per vedere le capacità della prova.

Tutt’altro discorso invece per il comparto audio con il quale riusciamo ad ottenere registrazioni audio pulite anche durante la ripresa di video, qualità audio confermate anche in conversazione e nella riproduzione audio dove anche grazie alla tecnologia xLOUD di Sony riceviamo un audio sempre nitido e chiaro.

voti fotocamera 4

voti audio 7

categoria autonimia

Qui troviamo, dopo la dotazione RAM, i veri punti di forza di questo smartphone; nell’arco della nostra settimana di utilizzo di Sony Xperia E non abbiamo mai dovuto badare molto alla batteria in quanto siamo sempre arrivati a fine giornata con un uso medio alto dello smartphone (3h di schermo aperto). Certamente se pensavate di arrivare a due giorni di autonomia non è questo il caso, ma se siete già possessori di uno smartphone sarete anche già nell’ottica delle idee che dovrete ricaricare il vostro device ogni sera.

Con altri dispositivi anche della stessa fascia siamo sempre ricorsi a programmi di terzi che ci aiutassero a gestire le connessioni dati o la luminosità dello schermo; in questo caso invece non siamo mai stati scollegati dalla rete, infatti abbiamo mantenuto attivi sempre date e WiFi senza badare nemmeno agli intervalli di sincronizzazione frequenti e la luminosità dello schermo fissa oltre la metà di quella totale consentita. Risultato finale ogni giorno oltre le 16 ore di utilizzo con ancora qualche scorta di autonomia.

Su Sony Xperia E è presente anche una modalità chiamata Extended Standby Mode, la quale ottimizzerà la durata della batteria spegnendo le connessioni dati quando il display è spento per poi riattivarle all’accensione di quest’ultimo, ad essere sinceri non abbiamo notato questa grande differenza di durata della batteria rispetto la modalità normale se non di appena un’oretta in più; la nostra impressione è che in questa modalità però le prestazioni del processore fossero un pò limitate andando ad incappare in alcuni scatti nell’interfaccia di Sony.

Vi riportiamo comunque qui di seguito i parametri di utilizzo dello smartphone e la sua autonomia in modalità normale (sono relativi ad un giorno ma rispecchiano la media di utilizzo dell’intera settimana)

test autonomia

Altro aspetto pienamente a favore di Xperia E è la ricezione della rete, non abbiamo riscontrato infatti nessun problema nel captare la rete anche in luoghi che con altri smartphone molto più costosi non ci siamo riusciti.

2013-04-27 10.52.28

Aspetto questo che su un telefono che è nato appunto per effettuare e ricevere chiamate o sms non è da poco, se proprio vogliamo cercare un punto “negativo” lo troviamo nella velocità di connessione dati, Xperia E presenta infatti tipologia HSDPA a 7.2 Mbit/s ma i speed test effettuati danno comunque buone velocità di download e upload dei dati che vi permetteranno comunque di non dover attendere molto nel caricare le vostre pagine internet preferite sotto copertura dati 3G.

voti autonomia 8

categorie conclusioni

Siamo giunti al momento di trarre le nostre conclusioni su questo Sony Xperia E, personalmente è un device che ci è piaciuto molto, sia dal punto di vista estetico che da quello software. A nostro avviso i punti di pregio di questo smartphone sono superiori a quelli negativi e in questa fascia di mercato Sony Xperia E si impone come uno dei migliori device del momento. Naturalmente le lacune sarebbero facilmente risolvibili con una dotazione hardware leggermente superiore, ma che ne succederebbe poi del prezzo?! Sony secondo noi ha preso in pieno il giusto mix tra qualità e costo con questo smartphone che consigliamo sicuramente ad un’utenza che vuole avvicinarsi al mondo Android a piccoli passi ma comunque vuole un dispositivo in grado di dargli “con il limitatore attivo sotto alcuni aspetti” tutto quello di cui ha bisogno ad un prezzo davvero contenuto di soli 139€.

PRO di Sony Xperia E

  • Interfaccia fluida e senza eccessivi impuntamenti
  • Buona quantità di memoria ROM
  • Ottima ricezione del segnale
  • Buona autonomia della batteria

CONTRO di Sony Xperia E

  • Display poco risoluto con angolo di visuale ristretto e difficoltà di lettura al sole
  • Fotocamera di soli 3,2 mpx e senza LED Flash

 

Abbiamo pensato di introdurre una votazione in più oltre alla solita media aritmetica fra hardware, software, autonomia, ecc.. tenendo conto solamente del parere di alcune ragazze che hanno espresso il loro voto da 1 a 5 stelle, sul design dello smartphone in prova.
Nel caso del Sony Xperia E la media dei pareri femminili è risultata pari a 3 stelle, quindi un cellulare che può essere apprezzato anche dalla fetta di mercato femminile.

valutazione donne 3

Concludiamo quindi questa recensioni su Sony Xperia E, con video unboxing, TG dedicato al piccolo di casa Sony e valutazione finale di mAndroid World

 

 

voti recensioni 6,5